Vini da dessert: le immancabili caratteristiche e la scelta migliore

I vini da dessert sono quei vini perfetti da gustare insieme al dolce, a fine pasto. Infatti, per ogni momento del pasto esiste un abbinamento con il vino che esalta il sapore di ogni piatto, dall’antipasto al dessert. Fortunatamente, l’Italia è ricca di vitigni e tipi di produzione che permettono di dare vita a vini dolci da dessert. Senza pensarci troppo, si tende spesso a utilizzare lo spumante secco per accompagnare qualunque dolce. In realtà, un vino da dessert può essere bianco o rosso, e se scelto con accortezza può trasformare la fine del pasto in un momento indimenticabile. Ad esempio, per accompagnare il tiramisù, il Moscato è un vino adatto, mentre per una torta al cioccolato meglio optare per un vino passito o un Recioto della Valpolicella.

Vini da dessert: produzione e caratteristiche

I vini da dessert italiani sono innumerevoli e non è sempre facile scegliere tra le tante proposte presenti sul mercato.
Ecco le principali tipologie di vini dolci prodotti nel Bel Paese:

  • Vini passiti;
  • Vini fermi dolci;
  • Vini liquorosi;
  •  Vini aromatizzati;
  • Vini spumanti dolci.

I metodi di produzione dei vini da dessert sono tre, ma quello più diffuso è sicuramente utilizzare uve molto mature. Raccogliere l’uva fuori stagione, ovvero più tardi rispetto agli standard, permette all’uva di acquisire un alto contenuto di zuccheri. Questo conferisce al vino un grado di dolcezza superiore, anche dopo la fermentazione. Per i vini da dessert pregiati questo processo di produzione è portato un passo più avanti. L’uva è lasciata in vigna fino a marcire, così facendo produce la muffa nobile. A questo punto la pelle dell’uva è porosa, l’acqua evapora dalla polpa concentrando maggiormente dolcezza, acidità e aroma. I vini pregiati da dessert risultano così ancora più profumati e intensi.

Vini da dessert

A ogni dessert il suo vino dolce

Il vino da dessert nasce per accompagnare un dolce, ma molte tipologie possono essere gustate anche da soli, come vini da meditazione. Una delle regole su come scegliere il vino giusto da abbinare al giusto dessert, è che quest’ultimo non deve essere più dolce del vino selezionato. Quando si accompagna un vino secco con un dolce, il risultato è di avere l’amaro in bocca. Meglio quindi scegliere un vino dolce almeno quanto il dessert servito. L’abbinamento vino cibo non è quindi dei più semplici, ma ci sono molte soluzioni tutte made in Italy che è possibile adottare senza troppi mal di testa. I vini passiti, ad esempio, accompagnano perfettamente biscotti secchi come i cantucci. Un millefoglie si abbinerà alla perfezione con un vino complesso come il vino dolce muffato.

Per i dessert a base di uova come crème caramel o soufflé, meglio un vino generoso come il Marsala o il Madeira. Quando si serve un cabaret misto di pasticcini, si può andare sul sicuro con un Moscato d’Asti, capace di creare un connubio perfetto con la maggior parte delle varietà di piccola pasticceria. Se si utilizza un vino o un liquore per la realizzazione del dolce, è preferibile accompagnare il dessert con un bicchiere dello stesso vino per dare continuità al palato. Il vino dolce da dessert è ottimo anche per accompagnare alcuni formaggi muffati, come Roquefort e Gorgonzola, di cui ammorbidiscono l’intensa salinità.

Passito Veneto di Garganega e Recioto Della Valpolicella

Due importanti vini da dessert provengono dalla Valpolicella e sono: il Passito Veneto di Garganega e il Recioto della Valpolicella, uno dei più amati vini rossi da dessert italiani. Il Passito Veneto di Garganega è un vino dolce che presenta un colore giallo dorato. Profuma di frutta matura e fiori freschi con un sentore di vaniglia. Al gusto, è pieno e avvolgente. È ideale servito a fine pasto con dolci secchi e biscotti, abbinamento che permette di esaltare le caratteristiche di vino e dessert.

Il Recioto della Valpolicella Classico è un vino rosso da dessert senza eguali. Vino DOCG (Denominazione di origine controllata e garantita), è un vino da dessert rosso, dal colore rubino e con riflessi violacei. Caldo e vellutato, ha sentori di ciliegia e un’ottima complessità. L’abbinamento ideale del Recioto è con dolci al cioccolato, dolci natalizi come il pandoro e il panettone, torta sbrisolona, pasta di mandorle e altra biscotteria secca con le mandorle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.