Bianco dei Leoni

Bianco secco ottenuto da solo uva Garganega ideale per il pesce, le zuppe o come aperitivo.
Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica).
Uvaggio: Garganega in purezza.
Kilogrammi d’uva: 5 kg/vigna.
Vinificazione: Bianco fruttato e aromatico la cui fermentazione avviene in contenitori di acciaio seguendo il metodo naturale in un locale dedicato con temperatura controllata. Viene eseguita più volte nel giorno la rottura del cappello per circa 15 giorni. Fermentato e maturato in acciaio, ha una ottima capacità di invecchiamento. È ampio nel bouquet, di spessore e persistenza in bocca, con un finale pulito e piacevolmente amarognolo.
Gradazione alcolica: 12.5% Vol.
Esame organolettico: Fine, intenso, abbastanza morbido, fresco e leggermente sapido con una nota di mandorla nel finale.
Profumo: Intenso, fragrante, floreale e fruttato di buona persistenza.
Abbinamenti: Aperitivo, primi piatti delicati, pesci d’acqua dolce, pizza Margherita con Mozzarella di Bufala, verdure e formaggi freschi.
Temperatura di servizio: Tra i 11 e i 16°C.

Molinara Rosato

Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica).
Uvaggio: Molinara.
Kilogrammi d’uva: 3 kg/vigna.
Vinificazione: Stessa vinificazione del Valpolicella ma con la sola molinara.
Invecchiamento: Il Rosato è un vino minerale, molto fruttato proprio per questo motivo fa affinamento in vasca di acciaio. Usiamo tappi sintetici per preservare al meglio la sua freschezza, mineralità e frutto.
Gradazione alcolica: 12% Vol.
Esame organolettico: Morbido,  decisamente fresco e speziato con una nota amarognola nel finale  Profumo intenso, fragrante, floreale e fruttato. Buona la persistenza
Abbinamenti:  Aperitivo, piatti delicati, pesce, zuppe.
Temperatura di servizio: Tra i 11 e i 16°C

Valpolicella Classico

Vino di colore rosso rubino, dal profumo vinoso, caratteristico, gradevole e delicato. Il sapore  è asciutto, di buon corpo, sapido e armonico. Si accompagna bene a tutti i primi e secondi piatti in genere. Ottimo con carni rosse e formaggi.
Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica).
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta, Negrar.
Kilogrammi d’uva: 2 kg/vigna.
Appassimento: Alle uve del Valpolicella Classico viene dato un mese di appassimento per conferire maggior struttura e gusto al vino.
Vinificazione: La fermentazione avviene in contenitori di acciaio seguendo il metodo naturale in un locale dedicato con temperatura controllata. Viene eseguita più volte nel giorno la rottura del cappello finchè non è terminata la fermentazione alcolica.
Gradazione alcolica: 13% Vol.
Esame organolettico: Rosso granato carico, profumo tipico (vecchio stile) con pregevole speziatura con netti richiami al fruttato. In bocca giustamente acido ma non sapido, asciutto e cedevole nel medio palato. Molto persistente.
Abbinamenti: Adatto con piatti a base di carne.
Temperatura di servizio: Tra i 16 e i 18°C.

Valpolicella Classico Superiore Ripasso

Vino ottenuto con la tecnica del “ripasso” che consiste in una doppia fermentazione del Valpolicella sulle vinacce dell’Amarone. Corposo, strutturato, avvolgente e persistente. Si accompagna bene a primi piatti saporiti, a grigliate di carne, arrosti e cacciagione.
Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica).
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta, Negrar.
Kilogrammi d’uva: 2 kg/vigna
Appassimento: Alle uve del Valpolicella Classico viene dato un mese di appassimento per conferire maggior struttura e gusto al vino.
Vinificazione: La tecnica del ripasso consiste nel ripassare il Valpolicella Classico sulle vinacce di Recioto/Amarone in modo che possa effettuare una seconda fermentazione e diventare così più carico, profumato e corposo.
Gradazione alcolica: 14% Vol.
Esame organolettico: Rosso granato carico, profumo tipico (vecchio stile) con pregevole speziatura con netti richiami al fruttato. In bocca giustamente acido ma non sapido, asciutto e cedevole nel medio palato. Molto persistente.
Abbinamenti: Adatto con piatti a base di carne.
Temperatura di servizio: Tra i 16 e i 18°C.

Amarone della Valpolicella Classico

L’Amarone è un vino di grande struttura, complesso, elegante, vellutato dal colore rosso rubino carico con riflessi granati. Tradizionalmente viene abbinato con piatti a base di selvaggina, carne alla brace, brasati e formaggi di lunga stagionatura.
Viene prodotto da uve appassite di Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta e Negrar: raccolte manualmente in cassettine a inizio settembre per poi lasciarle a riposare fino a gennaio/febbraio in modo che l’acqua contenuta negli acini possa evaporare! È proprio questo calo di peso che permette di ottenere naturalmente un vino di grande concentrazione che può resistere per più di vent’anni e può così fregiarsi del nome Amarone.
La fermentazione lenta in vasche di acciaio ed il lungo affinamento in rovere francese permettono di dare all’amarone una notevole complessità ed eleganza!

Amarone Forlago

Abbiamo due stili nell’Amarone: L’Amarone tradizionale che  deve essere secco, tannico, con un’ottima struttura in modo da essere abbinato con un’ottima carne o un formaggio stagionato. Nelle annate eccezionali riusciamo ad ottenere anche il Forlago dalla cernita delle uve migliori.
Il Forlago è un Amarone da meditazione, da degustare nelle giornate più importanti a fine pranzo per il piacere di rilassarsi con un ottimo calice di vino.
È caratterizzato da un bouquet complesso caratterizzato da note fruttate e allo stesso tempo note tostate.

Raffaello

Raffaello è il nome di nostro papà: È un vino tributo nato proprio dall’idea di ottenere un vino deciso come l’Amarone ma decisamente morbido. È un vino da 15 gradi alcolici ottenuto dalle uve dell’Amarone appassite per 4 mesi e poi affinato in barrique di ciliegio italiane.
Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica).
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta, Negrar.
Kilogrammi d’uva: 3 kg/vigna.
Appassimento: Si usa la tecnica dell’Amarone; selezione delle migliori uve in cassettine dove vengono lasciate a riposare fino a gennaio/febbraio in modo da far evaporare l’acqua contenuta nell’acino e concentrare naturalmente il vino che otterremo.
Vinificazione: La fermentazione avviene in contenitori di acciaio sfruttando i lieviti naturali presenti nell’uve e richiede circa 50 giorni. Tre volte al giorno viene effettuato il rimontaggio per estrarre quanto più dalle vinacce.
Affinamento: L’invecchiamento avviene in barrique (225 litri) italiani di ciliegio per 6-8 mesi.
Esame organolettico: Di colore rosso rubino intenso, con profumi intensi e decisi. Già all’olfatto si presente come un vino di notevole frutto con sentori di ciliegia, amarena e fiori secchi. Al palato ritornano sentori di frutta matura, ciliegia, fiori essiccati. Vino elegante e molto persistente.
Abbinamenti: Decisamente buono con i formaggi speziati, gorgonzola. Ottimo con selvaggina o carni rosse importanti  o come vino da meditazione.
Temperatura di servizio: Tra i 16 e i 18°C.
Gradazione alcolica: 15% Vol.

Recioto della Valpolicella Classico

Ottimo Vino da dessert dal colore rosso rubino con riflessi violacei. Caldo, vellutato con sentori di ciliegia da abbinare con un ottimo dolce. È uno splendido vino da dessert ideale con dolci secchi e biscotti.
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta, Negrar.
Kilogrammi d’uva: 2 kg/vigna.
Appassimento: La selezione delle uve migliori avviene ancora manualmente e, rispettando la tradizione, si usano ancora cassette e graticci di legno. Le uve sono lasciate ad appassire fino a gennaio/febbraio in locali asciutti e ben aerati con controllo periodico dello stato di sanità delle uve. La pigiatura avviene, a seconda delle annate, a fine gennaio o inizio febbraio.
Vinificazione: La fermentazione avviene in contenitori di acciaio seguendo il metodo naturale in un locale dedicato con temperatura controllata. Viene eseguita più volte nel giorno la rottura del cappello per circa 40 giorni.
Gradazione alcolica: 13% Vol.
Esame organolettico: Di colore rosso granato carico, con profumi di notevole finezza. Al naso marmellatato e spiritato con un’ottima complessità. Fondo molto aperto e persistente. In bocca molto equilibrato, sentori di frutta matura, amarena; bocca di notevole eleganza subito calda e avvolgente, con frutto maturo e allo stesso tempo rinfrescante. Notevole lunghezza e persistenza.
Abbinamenti: Vino da dessert.
Temperatura di servizio: Tra i 16 e i 18°C.

Passito bianco

Vino dolce dal colore giallo dorato. Profumo elegante di frutta matura e fiori freschi con leggero sentore di vaniglia. Gusto pieno e caldo, avvolgente e vellutato. È uno splendido vino da dessert ideale con dolci secchi e biscotti.
Zona di produzione: NEGRAR (Valpolicella Classica e Storica)
Uvaggio: Garganega appassita per 4 mesi.
Kilogrammi d’uva: 4 kg/vigna.
Appassimento: La selezione delle uve migliori avviene ancora manualmente e, rispettando la tradizione, si usano ancora cassette e graticci di legno. Le uve sono lasciate ad appassire fino a gennaio/febbraio in locali asciutti e ben aerati con controllo periodico dello stato di sanità delle uve. La pigiatura avviene, a seconda delle annate, a fine gennaio o inizio febbraio.
Vinificazione: La fermentazione avviene in contenitori di acciaio seguendo il metodo naturale in un locale dedicato con temperatura controllata. Viene eseguita più volte nel giorno la rottura del cappello per circa 40 giorni.
Gradazione alcolica: 13% Vol.
Esame organolettico: Colore giallo dorato con riflessi ambrati, il profumo è intenso, nobile, fruttato. Al palato è vellutato, dolce con molta compostezza, gusto rotondo e persistente con sentore di mandorla e vaniglia. Vino di notevole carattere.
Abbinamenti: Vino da dessert, si può apprezzare anche solo, nelle serate in compagnia di amici.
Temperatura di servizio: Tra i 13 e i 16°C.

Rita - Passito Bianco

Rita è un vino bianco prodotto da uve Garganega Passite dedicato a nostra mamma Rita.
Le uve sono raccolte a settembre in cassettine e pigiate a gennaio, il vino viene affinato in botti da rovere in modo da ottenere un vino strutturato con i suoi 15 gradi. Ideale con i formaggi, aperitivo o con i dolci secchi.
Uvaggio: Garganega.
Kilogrammi d’uva: 4 kg/vigna.
Appassimento: Applichiamo la tecnica del Recioto: selezione manuale delle uve e appassimento in cassettine per dar maggiore concentrazione e struttura al vino.
Vinificazione: La fermentazione avviene in contenitori di acciaio e richiede circa 35 gironi. Ogni giorno si esegue giorno la rottura del cappello per avere una maggiore estrazione dagli acini.
Gradazione alcolica: 15% Vol.
Esame organolettico: Colore giallo dorato con riflessi ambrati, il profumo è intenso, nobile, fruttato con sentori di mela e banana. Al palato è vellutato, morbido , gusto rotondo e persistente con sentore di mandorla e frutti esotici. La percezione dell’alcool è ben bilanciata dalla corposità del vino.
Affinamento: L’invecchiamento avviene in barrique francesi da 225 litri per circa 12 mesi ed almeno 12 mesi in bottiglia.
Abbinamenti: Formaggi, apertivo, dolci secchi.
Temperatura di servizio: 15°C.