La Valpolicella

La Valpolicella è una zona prevalentemente collinare del Veneto, precisamente a nord-ovest di Verona, rinomata da sempre per la ricchezza della sua terra e soprattutto fin dall’epoca romana per la viticoltura. Dal clima alla conformazione del luogo, tutto è favorevole alla riuscita di un buon vino, infatti non poteva altro che essere patria del famoso Amarone.

Definita regione più per motivi storici che geografici, la Valpolicella è un’area dalle molteplici caratteristiche, affascinante ed intrigante allo stesso tempo.

Dalle Prealpi Orientali al fiume Adige, dalla Valdadige a Verona, non c’è collina che appaia ugualmente illuminata dal sole o in cui la natura si sia ripetuta: un repertorio unico che appare vasto e variegato di scorci, paesaggi, particolari e bellezze.

240 chilometri quadrati pieni di storia, cultura e sapori, la Valpolicella si estende per zone montuose e grandi distese di prati, dove spesso si possono trovare bestiami al pascolo e rigogliose coltivazioni di ciliegeti, passando dalle colline, famose per le rinomate vigne e uliveti.

Le origini del nome “Valpolicella”

Ci sono tante teorie, ma anche tante leggende intorno all’antico nome della Valpolicella. Dal latino Vallis-polis-cellae, ovvero “valli dalle molte cantine” alla lingua greca “polyzelos” come terra “dai molti frutti” tutte le etimologie sembrerebbero testimoniare la ricchezza principale o la fonte di questa incredibile regione veneta. In realtà, è più verosimilmente, il termine sembrerebbe originato a livello più amministrativo e burocratico, che nel passato andava ad indicare la zona dall’Adige al Pol e quindi “Valpolesela” come valle di Pol.

Cosa fare in Valpolicella

Dalle cose da vedere alle cose da fare, ma soprattutto da degustare, la Valpolicella è davvero una regione che offre grandi emozioni.

Il nostro wine resort in Valpolicella si trova in un’ottima posizione: molto vicino al centro di Negrar, facilmente raggiungibile a piedi per visitarlo o per provare le numerose trattorie, ristoranti e pizzerie della zona, a circa 20 minuti dalla città e 45 minuti dal Lago di Garda, ma anche vicino ai principali punti di interesse e attrazioni del veronese, come il ponte di Veja, le cascate di Molina, le cave di Prun, il Ponte Tibetano ed i produttori di Monte Veronese.

Ecco alcune cose da non perdere durante la visita in Valpolicella:

  • Il Parco delle Cascate di Molina, un parco naturale famoso per le sue cascate che si estende per una superficie di 80.000 metri quadri nella valle di Molina, a Fumane.
  • La meridiana di Negrar, una scultura monumentale di rilievo internazionale che accoglie i visitatori che arrivano a Negrar. Alta circa sette metri con un diametro di cinque ed un peso complessivo di circa 2000 chilogrammi, unisce la “contemporaneità” del design alla “storicità” della scienza che racchiude.
  • La Pieve di San Floriano, una chiesa romanica, copia della famosa chiesa di San Zeno a Verona.
  • Il Ponte di Veja, un arco naturale alto 50 metri frutto dell’evoluzione naturale di una grotta.
  • Il Giardino di Pojega, vicino alla nostra cantina, questo giardino fu realizzato nel 1783 da Luigi Trezza su commissione del conte Antonio Rizzardi e rappresenta un esemplare caratteristico dei giardini all’italiana. Si estende su 54.000 metri quadrati con teatri, muri di verde e diversi esemplari di piante e fiori.

Dove Mangiare in Valpolicella

  • Trattoria la Porchetta: Da anni la passione e l’amore per la terra dove siamo nati e cresciuti ci accompagna nel quotidiano lavoro di ristoratori. È per questo motivo che la nostra cucina propone una scelta di piatti creati utilizzando soltanto ingredienti genuini, derivati dalla nostra campagna. Il nostro personale augurio è che sia anche di vostro gradimento. Serena, Nadia e Luciano.
  • Ristorante Valpolicella: Nel cuore della Valpolicella, antica terra degli Arusnati, la famiglia Zantedeschi gestisce il ristorante “Valpolicella”. La cordialità e la simpatia del signor Luciano, che iniziò qui con un piccolo ristorante nel giugno 1968, aleggiano ancor oggi nei luminosi ambienti accuratamente ampliati e ristrutturati, nella calorosa ospitalità della signora Gina e dei suoi sei figli con le loro famiglie, negli invitanti profumi che provengono dalla cucina, dove lo scoppiettante fuoco del vecchio “fogolar” snobba superbo il moderno e funzionale arredo.

Cosa mangiare a Valpolicella:

Dove Dormire in Valpolicella

Abbiamo a disposizione delle camere proprio nel lato della cantina ognuna con l’aria condizionata, la connessione ad internet, il bagno personale e l’angolo cottura. Non esitate a contattarci per la vostra prenotazione in cantina! C’è la possibilità di cucinare utilizzando l’angolo cottura in moda da essere completamente indipendenti!

Ecco alcuni riferimenti di ottimi Bed and Breakfast dove alloggiare a Negrar:

  • PARRY
    Via D’Azeglio, 2/f  – 37024 Negrar (VR)
    Tel. 045.7501152 – Cell. 338.6845231 – Fax 045.7501152
    info@parry.it
    www.parry.it

Valpolicella Classica

La Valpolicella è una zona viticola della provincia di Verona, Italia, a est del Lago di Garda. La regione collinare di agricola e delle cave di marmo delle piccole aziende a nord dell’Adige è famosa per la produzione di vino. Valpolicella si colloca subito dopo Chianti nella produzione di totale italiana Denominazione di Origine Controllata (DOC) vino.
Il vino rosso, noto come Valpolicella è fatta tipicamente da tre vitigni: Corvina Veronese, Rondinella e Molinara. Una varietà di stili di vino sono prodotte nella zona, tra cui un vino da dessert recioto e Amarone, un vino forte fatto da uve passite. Valpolicella più elementari sono vini da tavola, leggeri e fragranti nel sapore.
Questi vini possono produrre in stile nouveau, simile a Beaujolais nouveau e rilasciati solo poche settimane dopo il raccolto.
Valpolicella Classico è ottenuto da uve coltivate nella zona di produzione del Valpolicella originale. Valpolicella Superiore è almeno un anno di età e ha una gradazione alcolica di almeno il 12%. Valpolicella Ripasso è che una forma di Valpolicella Superiore realizzati con pelli dell’uva parzialmente essiccati che sono stati lasciati dalla fermentazione dell’Amarone o recioto. Vinificazione nella regione è esistito fin presso almeno il tempo degli antichi greci. Il nome “Valpolicella” è comparso nelle carte della metà del XII secolo, che unisce due valli pensasse di in modo indipendente.
La sua etimologia è sconosciuta; esso potrebbe derivare da una miscela di latino e greco per “Valle delle cantine”. Oggi l’economia della Valpolicella è fortemente basata sulla produzione del vino. La regione, colloquialmente chiamata la “perla di Verona”, è stata anche una posizione preferita per le ville di vacanza rurale. Sette comuni comporre Valpolicella: Pescantina, San Pietro in Cariano, Negrar, Marano di Valpolicella, Fumane, Sant’Ambrogio di Valpolicella e Sant’Anna d’Alfaedo. Zona di produzione del Valpolicella fu ampliata per includere le aree della pianura circostante quando Valpolicella raggiunto lo status di DOC nel 1968. Nel dicembre 2009, la produzione di Amarone e recioto vini da dessert all’interno della DOC Valpolicella ha ricevuto la propria separata Denominazione di Origine Controllata e stato Garantita (DOCG).

Tour del Vino – Venezia

Vieni a Venezia! Ti piacerebbe fare una degustazione in Valpolicella?
La terra dell’Amarone, del Recioto, del Ripasso e del Valpolicella. A pochi chilometri da Verona, la città della Lirica, nelle colline di Negrar.